In centro a Pescara, eseguiamo esami in convenzione con il SSN.

Cerca il tuo esame, inizia a digitare e scopri di più:
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

In centro a Pescara, eseguiamo esami in convenzione con il SSN.

Cerca il tuo esame, inizia a digitare e scopri di più:
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Categorie di esami disponibili

parallax background

Preparazione al prelievo


Alcuni esami necessitano di una preparazione prima di essere eseguiti.


Leggi cosa fare

Preparazione
bambini


Dedichiamo particolare attenzione ai prelievi per bambini anche al di sotto dei 2 anni ... leggi tutto


play-red-overplay-red

AVVISO

dal 22 dicembre al 9 gennaio 2022 sono sospesi i test del respiro

Breath test, test del respiro

Per scoprire reazioni avverse alimentari e contaminazioni batteriche

Medicina del lavoro


Organizzati per soddisfare molteplici esigenze


Scopri di più

Convenzioni con enti e aziende


Offriamo prestazioni in convenzione con svariati enti e aziende


Scopri di più

I nostri ultimi post

PUNTURE DI ZECCHE: COSA FARE ?le zecche possono pungere, o per meglio dire mordere, durante tutto l'anno, ma sono decisamente più attive nel periodo compreso tra la primavera e l'autunno. Si trovano soprattutto nei luoghi umidi e ombreggiati ai margini dei boschi con vegetazione medio bassa ed erba incoltaCOME INTERVENIRE?È consigliabile rimuovere la zecca il prima possibile, per evitare che inietti nel sangue la saliva potenzialmente infetta. Per staccarla non bisogna usare nessuna sostanza come il petrolio, la vaselina o l’olio d'oliva. Con delle pinzette opportunamente disinfettate – possono andare bene anche quelle che si usano per le sopracciglia – poste il più aderente possibile alla cute, anch’essa disinfettata, bisogna afferrare saldamente la zecca e tirare verso l'alto, ruotando lievemente, con delicatezza e in modo ripetuto senza schiacciarla. Se la zecca dovesse “rompersi” e una parte di essa rimanere inclusa nella cute questo non comporta alcun pericolo. Verrà espulsa spontaneamente, come tutti i corpi estranei cutanei, nelle successive settimane. MALATTIA DI LYME, QUAL È IL RISCHIO?La malattia di Lyme è originata da un batterio spiraliforme, la BORRELIA BURGDORFERI, che può infestare le zecche. Tramite la loro puntura potrebbero trasmettere la malattia all’uomo. Dopo aver rimosso la zecca è importante osservare, per un periodo che va dai 3 ai 30 giorni, l’eventuale comparsa di una chiazza rossastra che si sviluppa attorno o nella zona vicino la puntura. In questo caso sarà necessario contattare il proprio pediatra o medico, che stabilirà se sia il caso o meno di intervenire con una terapia antibiotica.COME PREVENIRE LE PUNTURE DI ZECCHE?Spray o pomate usate per ridurre il rischio di puntura di zecca esistono, ma non potranno mai garantire una prevenzione totale. Utilizzare vestiti adeguati potrebbe certamente aiutare: quando si passeggia in zone boschive o erbose, il consiglio è di indossare abiti di colore chiaro così da individuare più facilmente le zecche. Inoltre, meglio maniche e pantaloni lunghi, calze e stivali o scarpe chiuse. ... ContinuaChiudi
Guarda su Facebook
IN EUROPA IL SUICIDIO RAPPRESENTA la seconda causa di morte nei giovani tra i 15 e i 24 anni. In Italia, i dati comunicati oggi dall’Ospedale Bambino Gesù di Roma non sono per niente confortanti.“Le misure restrittive durante la pandemia da Sars-Cov2 – dicono i medici romani – hanno impattato significativamente sulla salute mentale dei bambini e degli adolescenti, portando ad un aumento delle richieste di aiuto per autolesionismo e comportamento suicidario”.Solo nel mese di aprile 2020 il 61% delle consulenze neuropsichiatriche ha riguardato infatti ideazione suicidaria e tentativi di suicidio, quasi il doppio rispetto al 36% del 2019. Cifra aumentata ulteriormente con la “seconda ondata” pandemica, con punte del 63% registrate nel gennaio 2021, rispetto al 39% dello stesso mese del 2020.In un solo anno le ospedalizzazioni per tali problematiche sono più che raddoppiate, passando dal 17% del gennaio 2020 al 45% del gennaio 2021. In modo simile, i ricoveri per comportamenti autolesivi, lesioni da taglio in special modo, sono aumentati dal 29% del 2020 al 52% rilevato nel gennaio 2021.Il fenomeno, però, era già segnalato in crescita negli anni precedenti l’emergenza pandemica.“La gestione clinica post-dimissione dei pazienti ricoverati per ideazione suicidaria e tentativo di suicidio – spiegano i clinici – risulta spesso complessa, caratterizzata da stati critici intermittenti che portano a nuovi accessi al pronto soccorso e spesso a ricoveri ripetuti”.È per questo che l’ospedale romano ha attivato un percorso clinico di alta assistenza specialistica che permette uno stretto monitoraggio dei ragazzi e delle loro famiglie. ... ContinuaChiudi
Guarda su Facebook
IL RUOLO DEL VIRUS DI EPSTEIN-BARR NELLO SVILUPPO DELLA SCLEROSI MULTIPLAUn recente studio pubblicato sulla rivista Science conferma come il virus, che in alcune persone provoca la mononucleosi, sia uno tra fattori di rischio della patologia neurologica. Da tempo i ricercatori sospettavano che le persone infettate da un virus estremamente comune, chiamato Epstein-Barr (EBV), potessero avere maggiori probabilità di svilupparela sclerosi multipla.Questa è una malattia neurologica degenerativa di tipo autoimmune che in Italia colpisce 113 persone ogni 100 mila abitanti per un totale di 1800-2000 casi ogni anno.Il team di ricerca guidato da Alberto Ascherio, epidemiologo della Harvard TH Chan School of Public Health, ha analizzato (con test ogni due anni) nel corso degli ultimi 20 anni i dati di circa 10 milioni di militari statunitensi, per verificare la presenza di anticorpi contro EBV: si è osservato che il rischio di sviluppare la sclerosi multipla aumenta di 32 volte a seguito di un’infezione da EBV. Sebbene il virus Epstein-Barr non sia l’unico fattore di rischio noto per le persone che sviluppano la sclerosi, è al momento il più evidente fra tutti.L’EBV è un herpesvirus molto diffuso nella popolazione e si stima che in Italia contagi il 97% delle persone. Solitamente pochi sono a conoscenza del fatto di essersi infettati, ma alcuni sviluppano la mononucleosi (la malattia del bacio), e poi tale virus (come molti altri) rimane nel corpo per tutta la vita. Come detto, nella ricerca, gli scienziati hanno esaminato i dati di 10 milioni di militari statunitensi, trovandone 800 che avevano contratto EBV prima di sviluppare la sclerosi multipla.In breve, nella sclerosi multipla il sistema immunitario attacca erroneamente la mielina, una guaina isolante che circonda molte fibre nervose, e questo danno compromette la capacità delle cellule nervose di trasmettere segnali e progressivamente il paziente perde il controllo muscolare. Nella ricerca gli studiosi hanno quantificato nel sangue una proteina chiamata “catena leggera del neurofilamento”, le cui concentrazioni aumentano in seguito al danno alle cellule nervose. Questa proteina si è trovata aumentata nel siero di coloro che hanno sviluppato la sclerosi multipla, e che avevano contratto in precedenza EBV. Per quelli nel gruppo di controllo, che non hanno mai sviluppato la sclerosi multipla, la concentrazione della catena leggera del neurofilamento nel sangue è rimasta la stessa prima e dopo aver contratto l’EBV.L’Epstein-Barr, come tutti i virus degli herpes, è molto complesso perché muta molto e finora non è stato possibile creare vaccini specifici nonostante l’impegno degli scienziati. Forse la nuova tecnologia a mRNA può dare un valido contributo alla ricerca: sono già partite le sperimentazioni da parte delle aziende Pfizer e Moderna. ... ContinuaChiudi
Guarda su Facebook
ACIDO FOLICO ... ContinuaChiudi
Guarda su Facebook

Cosa dicono di noi

 
Domenico Benedetti
Domenico Benedetti
10:37 22 Sep 20
Ottimo laboratorio analisi.. Il personale è molto professionale
Luca Mc Gregory
Luca Mc Gregory
05:46 12 Sep 20
Laboratorio top.... Personale efficiente ed attento al cliente.... Inoltre gestiscono i bambini in maniera... eccellente....leggi di più
infodimonte
infodimonte
17:39 10 Mar 20
Laboratorio moderno e accogliente. Preparati, veloci e prezzi concorrenziali. Una dottoressa bravissima e bellissima... che tratta i bambini come la Montessori. Che dire, sono fenomenali.leggi di più
Rosalia Michetti
Rosalia Michetti
14:50 05 Sep 18
Frequento questo laboratorio ormai da diversi anni e mi sono sempre trovata bene per competenza e cortesia. Si possono... concordare gli orari se si hanno esigenze particolari e si viene avvertiti con e-mail o sms quando i risultati sono pronti. Le informazioni che danno sono molto dettagliate anche per i costi dei test da effettuare.leggi di più
Tiziana Andreola
Tiziana Andreola
10:26 22 Jul 18
Personale paziente e professionale. Si viene trattati non come numeri ma come persone di famiglia. Ambulatorio con una... marcia in più. 👍leggi di più
Guarda tutte le recensioni
js_loader
VAI AL REFERTO